,

SINPOL – un caso di successo della PA digitalizzata

SINPOL, realizzato per la Regione Umbria, offre al cittadino una procedura completamente digitalizzata.

SINPOL è un sistema informatico per l’invio telematico della notifica preliminare di apertura di un cantiere.

E’ stato realizzato nel 2013; online ufficialmente dal 1 febbraio, dopo una fase di sperimentazione avvenuta da metà dicembre al 31 gennaio 2013.

Questo sistema, completamente telematico e gratuito, ci è stato commissionato dalla Regione Umbria e dagli assessorati alla Sanità e alla Sicurezza nei cantieri:

«…con l’obiettivo da una parte di favorire lo sviluppo di una banca dati comune fra le Istituzioni e gli Enti, al fine di sviluppare sinergie per la tutela della salute dei lavoratori, nonché per la lotta al lavoro irregolare, dall’altra di fornire un servizio all’utenza che vada nella direzione della semplificazione, della dematerializzazione e del risparmio della spesa…» cit. Comunicato Regione: http://www.regione.umbria.it/salute/sinpol-notifiche-preliminari-on-line

 

Riportiamo le parole dell’Assessore Vinti in commento al buon esito della prima fase di test sul prodotto:

“La scelta della Regione Umbria di avvalersi del Sinpol, sistema informatizzato di notifica preliminare on line, quale unica modalità per comunicare l’apertura di un cantiere agli enti competenti in questo primo anno di operatività ha confermato tutta l’efficacia e i vantaggi che volevamo ottenere. Per questo, abbiamo deciso che resterà l’esclusivo canale per l’invio delle notifiche”.  Scarica tutto l’articolo > Perugia – Istituzioni, venerdì 13 dicembre 2013

 

SINPOL rappresenta un’importante innovazione 
per la Pubblica Amministrazione anche perché è interamente basata sul cloud, nel caso specifico il Cloud di Microsoft – Azure, prima esperienza in Italia di questo tipo.

Microsoft ha realizzato per questo un caso di studio: > case-history-microsoft

 

Nel footer del portale è visibile un contatore che in tempo reale calcola il risparmio energetico ottenuto grazie alla digitalizzazione di questa procedura, e in tempo reale è possibile verificare i risparmi dal 1 febbraio 2013 ad oggi.

Se si considera che per ogni “notifica” prima era necessario presentare quattro copie cartacee con marca da bollo si può intuire facilmente i grossi vantaggi risultanti per l’ambiente e per il portafogli con l’adozione della procedura in digitale.

 

 

Approfondimenti:

Scarica l’articolo apparso su LavoriPubblici.it, portale d’informazione tecnica dedicato al professionista operante nel settore dell’edilizia: > lavoripubblici